Enter your keyword

Il bulldog francese

Il bulldog francese

Il bulldog francese

Il bulldog francese è un cane di piccola taglia, con un carattere affettuoso e intelligente. È un cane di tipo molossoide ed è il compagno di giochi ideale per i bambini. Esattamente come il bulldog inglese, il bulldog francese nano è tendenzialmente pigro, anche se può stupirvi con un’incredibile vivacità e dinamicità. È un cane molto legato al nucleo familiare, ama trascorrere il suo tempo accoccolato sul divano o vicino alle persone che ama. Nonostante le sue piccole dimensioni, ha una struttura fisica robusta e massiccia, che lo fa sembrare piuttosto buffo.

Le origini del bulldog francese

A differenza di quello che si crede, il bulldog francese nano ha origini inglesi, è infatti un diretto discendente del bulldog inglese, che fu incrociato con delle razze più piccole (come il carlino e il terrier) per raggiungere un’indole più docile e ottenere un cane di taglia ridotta e quindi più gestibile. Il bulldog inglese infatti ha una costituzione più robusta e massiccia ed è un cane di media taglia.

La diffusione del bulldog francese nano è da attribuirsi alle lavoratrici di pizzo inglesi del Nottinghamshire in Gran Bretagna, che emigrarono in Francia durante la Rivoluzione Industriale inglese e portarono con loro questi cani di taglia piccola con il muso da bulldog e un carattere amabile. Vennero poi ribattezzati in Francia bulldog francesi ed entrarono a far parte delle famiglie parigine come cani da compagnia.

L’aspetto del bulldog francese

Il bulldog francese nano ha una corporatura massiccia e compatta, un muso corto e schiacciato. La sua caratteristica fisica peculiare sono le inconfondibili orecchie a pipistrello, ossia larghe alla base e tonde in punta. Una caratteristica che gli conferisce un aspetto simpatico e buffo. Come tutti i molossoidi, piccoli o grandi, il naso corto e schiacciato lo porta spesso a respirare male, addirittura in alcuni casi a russare durante il sonno.

Il maschio può raggiungere un peso che va tra gli 8 e i 14 kg. e una lunghezza tra i 28 e i 30 centimetri. La sua testa è di forma quadrata, gli occhi tondi, scuri e un po’ all’infuori, i denti incisivi inferiori sono leggermente più avanti rispetto ai denti posteriori. La coda è corta. Il pelo è corto e può essere di diversi colori: fulvo, tigrato, bianco, con macchie nere o rosse.

Il carattere del bulldog francese

È un cane che adora essere accudito e coccolato. Ha un legame viscerale con la sua famiglia e in particolare con il suo padrone. A dispetto delle sue dimensioni, il bulldog francese nano è un ottimo cane da guardia, che tende a difendere il proprio territorio e i membri del suo nucleo familiare. Chi vive con questo cane lo apprezza per l’incredibile attaccamento che dimostra verso le persone che lo circondano. E in cambio pretende molte attenzioni, spesso tende a voler essere sempre al centro dell’attenzione, manifestando un carattere piuttosto egocentrico.

Come tutti i cani ama stare all’aria aperta, ma non disdegna restare a casa per dedicarsi ad una delle sue attività preferite: dormire mentre il suo padrone lo accarezza dolcemente. Il bulldog francese è un cane da compagnia, molto tranquillo, fedele, socievole e piuttosto ricettivo, anche se spesso ha bisogno di essere stimolato al gioco per vincere la sua innata pigrizia. Il suo rapporto con gli altri cani varia a secondo del singolo individuo e della sua indole dominante o gregaria. Tendenzialmente il bulldog francese nano non è un cane aggressivo, ma è docile ed equilibrato. Ha un carattere testardo, anche se in generale è facile educarlo e stabilire fin da cucciolo delle regole di comportamento.

La cura del bulldog francese

Si tratta di un cane che richiede notevoli attenzioni e cure dal punto di vista della salute.

Il bulldog francese nano, come molte razze canine molossoidi – tra cui il boxer, il carlino e il bulldog inglese – è un brachicefalo, ossia dal punto di vista morfologico ha un diametro trasversale più sviluppato rispetto al diametro longitudinale. Si tratta di cani con il muso schiacciato e dove la larghezza della testa è più grande della lunghezza. E questo si nota appunto sia nel muso che nel resto del corpo. I cani brachicefali, come il bulldog francese, presentano una testa massiccia e un corpo muscoloso e possente (anche nel caso di razze piccole).

Questa particolare conformazione fisica comporta tre principali alterazioni anatomiche che influiscono sulla sua respirazione:

  1. Le narici strette, che a volte sembrano completamente chiuse. Si tratta di un’alterazione anatomica chiamata stenosi delle narici, che non gli consente di respirare agevolmente;
  2. L’allungamento del palato molle, che impedisce la separazione tra la bocca e le vie respiratorie. In questo caso il palato è troppo lungo rispetto alle dimensioni della bocca e contribuisce a creare dei forti rumori quando il cane respira;
  3. Il restringimento della trachea (stenosi della trachea).

Sicuramente, l’aria umida può accentuare i problemi respiratori del bulldog francese nano. È quindi sempre consigliabile assicurare un clima domestico secco e una cuccia asciutta e ben pulita.

Come tutti i molossi, è un cane che negli anni tende ad aumentare di peso, soprattutto a causa della sua indole pigra. Vi consigliamo di abituarlo fin da cucciolo a stare all’aria aperta e a spronarlo all’attività fisica e al gioco.

Considerando la sua salute spesso cagionevole e la tipologia di pelo corto, è sempre bene coprirlo nei mesi invernali con indumenti per cani realizzati con tessuti di alta qualità come la lana merinos, un tipo di lana particolarmente pregiata, morbida e confortevole a contatto con la pelle del cane. Indumenti – cappottini, maglioncini, felpe – in grado di trattenere il calore e proteggere il vostro cane sia dal freddo che dal caldo troppo intenso.

Alcune curiosità sul bulldog francese

  • È uno scarso nuotatore, a causa della sua corporatura fisica. Le zampe corte, il corpo compatto e la testa grossa non lo aiutano a restare a galla. Per questo motivo è sempre bene fare attenzione se il cane si trova in corsi d’acqua profondi;
  • Il bulldog francese non è un grande viaggiatore, soprattutto in aereo, a causa delle sue difficoltà respiratorie;
  • È una razza di cane che nasce, nella maggior parte dei casi, per inseminazione artificiale. Questo è dovuto alla sua costituzione fisica che rende difficile l’accoppiamento e anche il parto, per cui spesso si ricorre al cesareo.