Enter your keyword

Il bassotto tedesco (Dachshund)

Il bassotto tedesco (Dachshund)

Il bassotto tedesco (Dachshund)

Il cane bassotto è un cane di origine tedesca. Pochi sanno che insieme al famoso pastore tedesco, il bassotto (in particolare il bassotto a pelo duro) è il cane nazionale della Germania. Addirittura nel 1972 è stato anche la mascotte della nazionale tedesca durante le Olimpiadi.

Il suo nome originale è Dachshund: una parola tedesca che è la fusione delle parole Dachs (tasso) e Hund (cane). Il termine si riferisce al passato del bassotto tedesco, che prima di essere rivalutato come cane da compagnia veniva impiegato per stanare i tassi nei territori di caccia.

Le varie tipologie di bassotto

Il bassotto tedesco è una razza piuttosto variegata. Esistono 3 varietà di cane bassotto, che si differenziano prevalentemente per il tipo di pelo:

  • I bassotti a pelo raso, caratterizzati da un pelo corto, fitto, brillante e aderente al corpo. Possono essere bicolore (nero focato o cioccolato, colore arlecchino a macchie oppure tigrato) o unicolore (fulvo, fulvo-giallo, fulvo carbonato);
  • I bassotti a pelo duro, caratterizzati da un pelo fitto, aderente e dotato di sottopelo. La particolarità di questo bassotto, rispetto agli altri, è il suo muso che presenta una barbetta pronunciata e delle sopracciglia cespugliose. Il colore è prevalentemente marroncino/grigio, chiaro o più scuro;
  • I bassotti a pelo lungo, che presentano un pelo liscio e brillante che si allunga sotto il collo e sulla parte inferiore del corpo. Anche nella parte posteriore degli arti il pelo è lungo e raggiunge la sua massima lunghezza nella parte inferiore della coda, che sembra una bandiera con una frangia all’estremità. Il colore del bassotto a pelo lungo varia da nero forato a cioccolato, bassotto arlecchino o tigrato, fulvo o biondo.

Le origini del bassotto

Si ipotizza che il bassotto tedesco abbia origini molto antiche, che addirittura risalgono all’antico Egitto (nel 2100-1700 a.C. circa), poiché sono state rinvenute delle incisioni che raffiguravano dei cani con le zampe corte e il corpo lungo e dei resti mummificati di cani che sembrano molto simili agli attuali bassotti. Naturalmente non possiamo essere certi di questa teoria ed è difficile risalire così indietro alle origini.

Sappiamo però con certezza che il cane bassotto, così come lo conosciamo oggi, è nato in Germania inizialmente come cane da lavoro: veniva infatti impiegato per la caccia ai tassi, ma anche per la caccia ai conigli, alle lepri e in alcuni casi anche alla volpe. Questo è documentato anche in molti libri sulla caccia, tra il 1797 e il 1885, in cui appunto sono indicati dei riferimenti al bassotto tedesco come cane da caccia.

È solo nel 1900, in particolare dopo la Grande Guerra, che il bassotto tedesco smette di essere considerato un cane da caccia e, grazie al suo aspetto buffo e simpatico e naturalmente per via della sua taglia piccola, entra a far parte del nucleo familiare come cane da compagnia.

L’aspetto del bassotto

Il bassotto tedesco è un cane di taglia piccola, ma nonostante questo ha un aspetto vigoroso e una solida muscolatura. Il suo portamento è fiero, elegante ed ha un temperamento intelligente. Non dovrebbe mai superare i 9 kg di peso. La taglia, nel caso del cane bassotto, non si riferisce all’altezza al garrese, ma alla circonferenza toracica, che di norma è tra i 30 e i 35 cm. Il suo muso è allungato, le narici ben aperte, la dentatura è regolare con canini robusti. Gli occhi sono ovali, molto vispi e amichevoli, sono generalmente di colore bruno-rosso scuro brillante oppure di colore nero. Il pelo è uniforme e, a differenza di molti altri cani, il bassotto tedesco non emana il tipico odore intenso, neanche quando il pelo è bagnato. Questa è una caratteristica della razza molto apprezzata, che porta ad essere il bassotto tra i cani da compagnia più desiderabili e scelti.

Il carattere del bassotto

Il bassotto tedesco ha un carattere amabile, è molto affettuoso e raggiunge degli incredibili livelli di devozione nei confronti delle persone con cui vive, in particolare nei confronti del suo padrone. Non presenta grossi problemi di incompatibilità con gli altri cani, anche se questo è un aspetto piuttosto soggettivo del carattere del singolo cane. I cani bassotti sono allegri, vivaci, ubbidienti, testardi e spesso spericolati.  Possono dimostrarsi inizialmente diffidenti nei confronti degli estranei. La loro educazione è abbastanza semplice, anche se si tratta di un cane che tende a prendere delle decisioni in autonomia, senza aspettare il benestare o il comando del padrone. Se ben educato, fin da cucciolo, a seguire delle regole di comportamento equilibrate, il bassotto tedesco è gestibile anche all’interno di un appartamento. In generale, però, considerando la sua indole vivace e dinamica, è un cane che ha bisogno di spazio all’aria aperta per potersi esprimere in tutta la sua personalità e per evitare di impigrirsi.

La cura del bassotto

Il cane bassotto non presenta particolari problemi fisici o una salute cagionevole. La particolare forma allungata del suo corpo lo rende però soggetto a problemi di tipo ortopedico sia alla schiena che alle zampe: può ad esempio soffrire di ernia del disco o essere soggetto a traumi degli arti. Una situazione di questo tipo può essere accentuata dal sovrappeso del cane. Il bassotto con gli anni tende ad impigrirsi, a muoversi sempre di meno, quindi ad ingrassare e di conseguenza a peggiorare le condizioni di salute della schiena e delle zampe.

Come nella gestione di tutti i cani, è importante offrire al bassotto determinate cure e attenzioni, tali da mantenerlo in perfetta salute e ricettività.

A seconda delle diverse tipologie (bassotto pelo raso, bassotto pelo duro, bassotto pelo lungo), la cura e la manutenzione del pelo è fondamentale per mantenerlo naturalmente brillante e lucente.

Nel bassotto a pelo raso la cura del pelo è abbastanza semplice, soprattutto se il cane osserva un’alimentazione corretta ed equilibrata. Si consiglia di spazzolarlo con una spazzola morbida circa una volta alla settimana per rimuovere il pelo morto.

Per il bassotto pelo duro e per quello a pelo lungo, la cura è sicuramente più impegnativa.

I bassotti, soprattutto quelli a pelo raso e a pelo duro, tendono a soffrire il freddo nei mesi invernali. Per evitare che il cane accusi fisicamente improvvisi sbalzi di temperatura, è sempre consigliabile coprirlo con indumenti di qualità (mantelline, cappotti, maglioncini in lana merinos).